Speranza e Boccia diffidano Marsilio: "Ritirare l’ordinanza, gravi responsabilità" - Abruzzo da zona rossa ad arancione, è scontro istituzionale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Cronaca 07/12/2020

Speranza e Boccia diffidano Marsilio: "Ritirare l’ordinanza, gravi responsabilità"

Abruzzo da zona rossa ad arancione, è scontro istituzionale

Roberto SperanzaUna diffida a ritirare immediatamente l'ordinanza che allenta le misure restrittive. L'hanno inviata i ministri della Salute, Roberto Speranza, e degli Affari regionali, Francesco Boccia, al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

"La invitiamo e la diffidiamo - si legge nella lettera - a revocare ad horas l'ordinanza regionale ricordandole le gravi responsabilità che potrebbero derivare dalle misure da lei introdotte riguardo alla salute dei cittadini".

Ieri Marsilio ha firmato il documento che decreta il passaggio dalla zona rossa a quela arancione, disponendo per oggi la riapertura dei negozi e il rientro a scuola mercoledì. Un provvedimento che ieri sera, appena annunciato dallo staff del capo della Giunta regionale, ha scatenato polemiche. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi