Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Politica 04/01

Marsilio: "Il governo non stravolga le regole delle zone rosse, arancioni e gialle"

Il presidente della Regione: "Abbassare le soglie di Rt, ma non creare confusione"

Marco MarsilioIl governo non cambi ancora le regole. I parametri per istituire le zone rosse, arancioni e gialle possono essere modificati, ma senza imporre nuove norme che creerebbero confusione nella popolazione. 

È la posizione che il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha espresso ieri nell'incontro tra i governatori e i ministri della Sanità, Roberto Speranza, e degli Affari regionali, Francesco Boccia. "Ho chiesto al governo di non stravolgere un'altra volta le regole a cui famiglie e imprese hanno cercato di adeguarsi e sulle quali stanno da settimane cercando di programmare il loro futuro", racconta Marsilio.

"La posizione dell'Abruzzo è che bisogna dare un quadro di stabilità che consenta di affrontare il prossimo futuro con un minimo di prospettive. Dal 7 gennaio occorre tornare alla disciplina pre-natalizia che prevede la divisione in tre fasce. Ho condiviso, come tutti i miei colleghi, la proposta di abbassare le soglie di Rt previste per il passaggio da gialla ad arancione e poi a rossa portando i limiti, oggi previsti a 1,50 e 1,25, rispettivamente a 1,25 e 1. Ma un conto - ammonisce Marsilio - è fare una manutenzione dello strumento anche sulla scorta dell'esperienza fatta, altro sarebbe cambiare un'altra volta in corsa le regole del gioco".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi