CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 marzo 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pescara   Cronaca 21/01

"La Regione metta massima attenzione nella vaccinazione di massa dei cittadini"

La nota delle segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil

La Regione Abruzzo dia "massima attenzione alla vaccinazione di massa dei cittadini abruzzesi attraverso una programmazione rigorosa ed una organizzazione sanitaria che sia in grado di contattare tutti i cittadini abruzzesi, che preveda adeguati punti vaccinali e personale sanitario a sufficienza da reclutare con nuove assunzioni". È la richiesta formulata dalle segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil in vista "di una imponente vaccinazione di massa. Rapidità, efficacia e numero di cittadini coinvolti saranno elementi ineludibili per garantire la salute degli abruzzesi, per arrestare il contagio e di conseguenza anche per ritornare presto alla normalità e così tutelare l’economia e l’occupazione di una regione in forte difficoltà. Si tratta di un lavoro complesso nel quale serve l’impegno di tutti, ognuno per la sua parte, per raggiungere gli obiettivi prefissati".

I tre sindacati sottolineano come "il fallimento ed il caos generato dalla vaccinazione antinfluenzale in Abruzzo dovrebbero far capire quanto sia basilare impostare un piano rigoroso per le vaccinazioni anti-Covid. Si devono dare obiettivi numerici di vaccinazione, tempistiche certe, inviare gli avvisi ai singoli cittadini, stabilire come trattare le persone che sono impossibilitate a recarsi ad un centro vaccinazioni. Di certo si tratta di un percorso inedito che presuppone una complessa catena logistica e di comando di cui al momento, in Abruzzo, nulla è dato sapere ma dobbiamo essere consapevoli che la tragedia del Covid può essere arginata solo se tutto viene organizzato in modo chiaro e rigoroso con una puntuale informazione alle istituzioni (Comuni, ASL), ai professionisti (Medici di Medicina Generale), alle associazioni di rappresentanza (sindacati, associazioni, terzo settore), ai cittadini".

A oggi sono quasi 50mila le adesioni registrate. "L’apertura della piattaforma informatica regionale per l’adesione alla campagna vaccinale della Regione Abruzzo è stata accompagnata da una informazione poco articolata che ha creato allarmismi tra la popolazione ultra ottantenne preoccupata di non potersi vedere somministrato il vaccino qualora non avesse prontamente inserito la sua adesione sul sito internet regionale. Centinaia di pensionati hanno contattato le sedi del sindacato per chiedere informazioni che non riuscivano ad ottenere attraverso i numeri di telefono ed i siti istituzionali.

In questa fase così difficile, Cgil, Cisl e Uil, hanno chiesto di avere un confronto di merito continuo con l’assessore Verì affinché la campagna vaccinale possa avere successo e si sciolgano i nodi ancora irrisolti che potrebbero minarne l’efficacia. E’ necessario impegno e condivisione per superare un periodo difficile ed inedito della nostra storia".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi