Timeout - San Salvo, città divisa sul tempio crematorio CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pescara   Attualità 09/02

Covid-19, 241 nuovi casi in Abruzzo. La Asl chiede un’altra giornata di screening a Palmoli

I dati dei bollettini giornalieri della Regione e dei Comuni di Vasto e San Salvo

Lo screening di massa a Palmoli

21.27 - A Vasto 27 casi di Covid-19, ma il numero comprende anche i 13 positivi emersi dallo screening dello scorso fine settimana; 2 i guariti, le quarantene iniziate, 2 quelle ultimate. A San Salvo 2 positivi, 3 guariti. 

Intanto, in un provvedimento firmato dal presidente del Tribunale di Vasto, Bruno Giangiacomo, e dal procuratore della Repubblica, Giampiero Di Florio, "si invitano gli avvocati provenienti dalle zone rosse a valutare, ove consentito dalle disposizioni di legge, la possibilità di celebrare il processo in remoto". Dall'8 febbraio, 27 comuni del vicino Molise sono in zona rossa.

I dati regionali - Sono 241 i nuovi positivi in Abruzzo che portano il conto totale dei casi attuali a 10749; questo numero è in diminuzione rispetto a ieri grazie ai 438 nuovi guariti. Il bollettino odierno della Regione Abruzzo riporta anche 8 decessi legati al virus che porta il conto totale a 1526. 

Per quanto riguarda i dati locali, dopo lo screening dello scorso fine settimana che a Palmoli ha individuato 14 positivi su 295 test, la Asl Lanciano Vasto Chieti ha espresso la necessità di organizzare una nuova giornata di test di massa. Questa si terrà sabato 13 febbraio. Il Comune "rivolge a tutti l’invito di eseguire il tampone con il fine ultimo di individuare tutti i soggetti positivi e di spegnere così il focolaio che si è creato. Vi invitiamo inoltre a mantenere la calma e continuare a rispettare tutte le regole previste per evitare la diffusione del contagio".

I dati del bollettino regionale
Sono complessivamente 45833 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 241 nuovi casi (di età compresa tra 3 mesi e 94 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 37, di cui 2 in provincia dell'Aquila, 14 in provincia di Pescara, 16 in provincia di Chieti e 5 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 8 nuovi casi e sale a 1526 (di età compresa tra 47 e 101 anni, 4 in provincia dell'Aquila, 3 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Teramo). Del totale odierno 2 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalla Asl.
Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 33558 dimessi/guariti (+438 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10749 (-205 rispetto a ieri).
Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 655028 tamponi molecolari (+3062 rispetto a ieri) e 122411 test antigenici (+4228 rispetto a ieri). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 3.3%.

491 pazienti (+4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 51 (+2 rispetto a ieri con 5 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10207 (-211 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 12440 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+6 rispetto a ieri), 10781 in provincia di Chieti (+92), 10515 in provincia di Pescara (+124), 11541 in provincia di Teramo (+24), 382 fuori regione (+2) e 174 (-7) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi