Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 febbraio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Chieti   Attualità 13/02

Province di Chieti e Pescara in zona rossa, Pd Chieti: "Preoccupati per attività commerciali"

"La Regione intervenga con adeguati ristori per garantire supporto economico"

Gianni Cordisco (PD)La nuova ordinanza regionale che, da domenica 14 febbraio farà scattare la zona rossa per le province di Chieti e Pescara [LEGGI], riporta l'attenzione sull'impatto delle restrizioni sull'economia locale.

Ad esprimere "forte preoccupazione" è il Pd Chieti che, in un comunicato, sollecita "la Regione Abruzzo ad intervenire nell'immediato con adeguati ristori per le attività commerciali che dall'oggi al domani si sono viste costrette a chiudere nuovamente le loro attività. È risaputo che le zone rosse decise dalle Regioni non danno diritto ad alcun ristoro da parte del Governo. È bene dunque che la Regione si attivi nell'immediato per dar supporto economico alle attività".

Gli esponenti del Partito Democratico condividono anche quanto affermato dai presidenti di Confesercenti Chieti, Franco Menna, e di Confesercenti Pescara Raffaele Fava, che prospettano uno "tsunami economico" in caso di un "intervento tardivo da parte della Regione".

"In merito all'aumento preoccupante dei contagi scaturiti dal malfunzionamento della Asl e del sistema di prevenzione regionale - aggiungono - il presidente Marsilio e gli esponenti regionali locali di maggioranza hanno dimostrato ancora una volta assenza e lontananza dai territorio. Le ultime misure adottate sono il frutto di una mancata pianificazione dell'emergenza sanitaria regionale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       

      Chiudi
      Chiudi