TimeOut - Ospiti: Paola Cianci, Marino Di Santo, Incoronata Ronzizzi, Nicholas Tomeo CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Politica 28/02

"Il governo acceleri su vaccini e ristori, altrimenti l’Abruzzo cadrà a picco"

Sigismondi e Testa (FdI): "Le Regioni non possono accollarsi gli indennizzi"

Da sinistra, Etelwardo Sigismondi e Guerino Testa (FdRapidità su ristori e vaccini. La chiedono al governo Draghi i vertici abruzzesi di Fratelli d'Italia. 

“Bene l’ordinanza, firmata ieri, del presidente Marsilio e bene l’impegno della Regione per mettere in sicurezza l’Abruzzo dalla terza ondata della pandemia", affermano in un comunicato congiunto il segretario regionale di FdI, Etelwardo Sigismondi, e il capogruppo in Consiglio regionale, Guerino Testa. "Contestualmente, ribadiamo l’estrema necessità che il governo nazionale provveda ad ottenere e distribuire maggiori quantità di vaccini alle regioni, poiché è evidente che rappresentino il principale strumento di difesa dal coronavirus" e il presupposto per il ritorno alla normalità.

Sigismondi e Testa pongono "il problema dei ristori alle categorie particolarmente colpite dalle continue chiusure, ad iniziare dal mondo della ristorazione e del commercio". Ribadiscono la critica al governo Conte 2 che, secondo Fratelli d'Italia, ha erogato alle attività produttive "delle vere e proprie elemosine". Ma le difficoltà sono anche delle Regioni che, viste le minori entrate, "rischiano di mettere in dubbio l'erogazione di servizi fondamentali ai cittadini" e quindi non possono "sostituirsi al governo nazionale" nell'indennizzare imprenditori, commercianti e professionisti che non possono lavorare a causa delle restrizioni. 

Il partito di Giorgia Meloni attacca l'ex maggioranza: "Purtroppo Pd, 5 Stelle e Italia Viva hanno preferito dedicarsi, prima, alle guerriglie interne e, poi, al loro sport preferito, quello della spartizione di ministeri e sottosegretari". Sigismondi e Testa considerano necessarie "imponenti risorse, altrimenti l’Abruzzo e l’Italia cadranno a picco".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi