CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Politica 08/04

Testa e Marcozzi: "Morte Trotta notizia tragica". Pettinari: "È un momento buio per l’Abruzzo"

Le reazioni al suicidio in carcere

Sabatino TrottaNumerose le reazioni alla morte di Sabatino Trotta, il primario di Salute mentale che ieri notte si è tolto la vita in carcere a Vasto. I capogruppi in consiglio regionale di Fratelli d'Italia (partito col quale ha sfiorato l'elezione nel 2019), Guerino Testa, e del Movimento 5 Stelle, Sara Marcozzi, esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia.

"Con sconcerto e profondo dolore ho appreso della morte tragica di Sabatino Trotta, dirigente del dipartimento di Salute Mentale della Asl di Pescara – dice Testa – Una notizia raggelante che lascia solo senza parole. Alla moglie e alla famiglia vanno le mie più sentite espressioni di vicinanza e condoglianze". "La scomparsa di Sabatino Trotta, è una notizia tragica. Esprimo il mio cordoglio e la mia vicinanza alla famiglia e alle persone a lui care" aggiunge Marcozzi.

Come è emerso stamattina, il dirigente avrebbe lasciato una lettera alla famiglia. La direttrice del carcere di Vasto, Giuseppina Ruggero, in un'intervista al Tg3 ha riferito di non aver percepito al momento del colloquio col detenuto l'intenzione del suicidio. Sul caso il procuratore della Repubblica di Vasto, Giampiero Di Florio, ha aperto un fascicolo.

Giuseppina RuggeroParla di "momento buio per la Regione Abruzzo" il consigliere regionale di opposizione Domenico Pettinari (M5S) riferendosi all'inchiesta per il presunto appalto pilotato per l'affidamento della gestione di residenze psichiatriche extra ospedaliere: "Quando si leggono notizie che mettono in relazione politica e reati contro la cosa pubblica lo Stato perde sempre. Sono un convinto sostenitore della legalità e dell’incorruttibilità, e credo fermamente che chi svolge un ruolo pubblico debba essere fonte di ispirazione ed esempio per questi valori. Invece la cronaca degli ultimi giorni ci racconta una realtà ben diversa, in cui la commistione tra interesse privato e bene pubblico sembra faccia da padrone in Abruzzo. Vicende nebulose, oscure che si insidiano nei comparti più sensibili e che in alcuni casi giungono a un epilogo drammatico, mettendo in luce tutta la fragilità di un sistema malato che deve essere contrastato in ogni modo. La Regione è un’istituzione territoriale, a stretto contatto con i cittadini, forse quella che dopo il Comune più di tutte guarda negli occhi i propri elettori e sostenitori. Che sono persone, ricordiamolo, e non pacchetti di voti da scambiare come figurine mettendo in palio regali o favori. Che sono cittadini, ribadiamolo, con diritti imprescindibili che noi dovremmo tutelare e garantire. Chi non ha ben chiari questi concetti e oggi siede sui banchi delle istituzioni, forse dovrebbe fare un passo indietro. Ma so già che non avverrà. Ringrazio ancora una volta gli inquirenti che fanno luce lì dove si spegne il lume dell’onestà e del buon senso di ognuno di noi. Non mi stancherò mai di ribadire che è proprio grazie agli uomini e allo donne dello Stato, che combattono la corruzione e i sistemi mafiosi che siedono, purtroppo, anche sui banchi delle istituzioni, se abbiamo la speranza di far crescere i nostri figli in un Paese diverso. A loro il mio sostegno, sempre".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi