Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Attualità 19/04

Sicurezza in montagna: Soccorso Alpino e Nono Reggimento Alpini insieme per rafforzare i soccorsi

Addestramento congiunto, esami ed esercitazioni a L’Aquila, Roccaraso e Fano Adriano

Giornata di addestramento, esami ed esercitazioni per gli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico e del Nono Reggimento Alpini.

A L'Aquila, sulla falesia di Monticchio, si è svolta la prima giornata di addestramento congiunto tra il Soccorso Alpino e Speleologico e le squadre di Soccorso Alpino militare del Nono Reggimento Alpini. "Quella di oggi – si legge nel comunicato stampa - è stata la prima giornata di formazione dopo l'accordo siglato il 2 marzo tra il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e il Comando Truppe Alpine, finalizzato a rafforzare il soccorso in montagna. Ieri hanno partecipato all'esercitazione 24 uomini del Soccorso Alpino e 16 uomini delle squadre di Soccorso Alpino militare del Nono Reggimento Alpini di L'Aquila e le truppe alpine dell'Esercito. Dopo un breve briefing iniziale, il lavoro è stato organizzato a settori, anche in virtù delle norme anti Covid, e ogni zona ha ospitato diverse attività: principi basilari sull’autosoccorso e sulle manovre meno complesse, per concludere con un lavoro tecnico congiunto di soccorso e ancoraggio su roccia organizzato. L'attività è stata molto produttiva e sono emerse modalità di lavoro sono molto simili. Sono stati evidenziati punti dove poter lavorare per accrescere manualità e coesione, che saranno affrontate nelle prossime attività congiunte, in programma a maggio".

A Roccaraso si è svolta la prima giornata di selezione per gli aspiranti tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico d'Abruzzo. I circa 20 partecipanti hanno dovuto "affrontare varie prove: risalita e discesa con gli sci d'alpinismo, un'arrampicata con i ramponi e alcuni ancoraggi – spiegano -. Le prossime prove valuteranno l'arrampicata su roccia e a seguire le tecniche di soccorso. Quelli che supereranno le prove pratiche, frequenteranno un corso di soccorso per conseguire il brevetto Osa, Operatore di Soccorso Alpino”.

A Fano Adriano, in provincia di Teramo, il gruppo regionale degli Speleologi del Soccorso Alpino ha effettuato un'esercitazione sulla falesia di Vene Rosse, “simulando degli interventi in grotta, ma sfruttando lo spazio aperto, per le norme anti Covid. Sono state adottate tecniche diverse, per simulare un recupero speleologico, affrontando una parete verticale con un dislivello di circa 300 metri".

 

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi