Chieti   Attualità 12/05

La Asl contro il gioco d’azzardo patologico: con Zardo, il disturbo raccontato in un cortometraggio

Giovedì 13 maggio, al via le riprese del corto girato tra Chieti, Vasto e Atessa

Inizieranno domani, giovedì 13 maggio, le riprese del cortometraggio "Zardo", promosso dal Servizio per le Dipendenze della Asl Lanciano-Vasto-Chieti nell’ambito di una campagna di comunicazione volta a contrastare il fenomeno del gioco d'azzardo. Il progetto nasce dalla collaborazione tra Regione Abruzzo, Servizio per le Dipendenze della Asl Lanciano–Vasto–Chieti, Anci Abruzzo, Consorzio Sgs, Cooperativa La Rondine e Cortò Factory Image. Il cortometraggio, per la regia di Simone D'Angelo, sarà girato tra Chieti, Vasto e Atessa, e vedrà coinvolti attori professionisti tra cui Sabrina Marciano e gli abruzzesi Antonello Angiolillo e Manuel D'Amario.

"Si tratta del primo cortometraggio sul gioco d'azzardo patologico realizzato nella regione Abruzzo – spiegano i promotori in un comunicato - un progetto innovativo, che mira a sensibilizzare la popolazione sul disturbo da gioco d'azzardo attraverso un approccio differente. Il cinema, infatti, è in grado di creare una connessione a livello emozionale con il pubblico, puntando su elementi di leggerezza e positività.

Il corto – sottolineano - si inserisce all'interno di una più ampia campagna di comunicazione sul gioco d'azzardo patologico, che sarà presentata a giugno. Il suo obiettivo è fornire alla comunità tutti gli elementi utili per avere una consapevolezza maggiore sui rischi legati al gioco d'azzardo, e munire allo stesso tempo i cittadini di soluzioni alternative per il loro benessere psicofisico".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi