Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Politica 24/05

Abruzzo, zona bianca anticipata: "Proposta incoerente, Marsilio fa propaganda"

Fina e Di Febo: "La norma non prevede deroga, ha acconsentito anche lui"

Michele FinaA due settimane dal possibile ingresso dell'Abruzzo in zona bianca, arriva dal presidente della Regione, Marco Marsilio, la richiesta di anticipare il "cambio di colore". Abruzzo bianco dal 31 maggio e non dal 7 giugno, questa la proposta fatta dal governatore al ministro Speranza. Istanza che non convince, però, Michele Fina e Tommaso Di Febo, rispettivamente segretario regionale del Partito Democratico e co-coordinatore regionale di Articolo 1. "Il presidente Marsilio – affermano - non perde mai occasione per distinguersi attraverso l'incoerenza e la propaganda".

"Oggi Marsilio chiede che l'Abruzzo entri con una settimana di anticipo in zona bianca, rispetto al 7 giugno – proseguono gli espondenti di Pd e Articolo 1 - ma il fatto è che quel 7 giugno non è frutto di alcuna imposizione arbitraria, si tratta del momento in cui saranno trascorse le tre settimane necessarie, in condizioni di incidenza dei contagi moderata, senza possibilità di deroga, ad entrare nella fascia di minor rischio. Lo prevede una norma che ha avuto anche il via libera all'unanimità da parte della Conferenza delle Regioni, in cui naturalmente l'Abruzzo è rappresentato. Che gioco è, presidente Marsilio? Prima asseconda una norma e poi la mette in discussione perché conviene fare polemica e propaganda? L’Abruzzo avrebbe decisamente bisogno di più serietà".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi