Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Chieti   Attualità 11/06

Covid-19, tremila posti in più a disposizione per le vaccinazioni nel Chietino

Schael: "Giovani sempre vaccinati con Pfizer. Non rinunciare a richiamo Astrazeneca"

Cresce l'offerta vaccinale in provincia di Chieti. Per le prossime due settimane ci saranno a disposizione 3 mila posti in più, sulla piattaforma Poste, riservati alle persone in età compresa tra 12 e 69 anni. L'invito della Asl, perciò, è a "prenotarsi per quanti non l'abbiano già fatto, ma anche chi ha già una prenotazione, magari per una data lontana, può cancellarla e trovarne un'altra più ravvicinata, perché la disponibilità è davvero ampia; d'altra parte l'interesse ad anticipare la vaccinazione è comune a tutti gli utenti che guardano all'immunità come a un passaggio cruciale per recuperare quella socialità a lungo negata e libertà negli spostamenti".

Il numero maggiore di posti a disposizione è stato spalmato su tutti i centri vaccinali così da offrire le stesse possibilità a tutti i territori, mentre in alcuni, come Atessa e Ripa Teatina, domani e domenica saranno protagonisti i giovani, ai quali sono stati riservati slot speciali.
Nella giornata di ieri sono state somministrate 3.500 dosi tra le quattro tipologie di vaccino disponibili.

E sul caso Astra Zeneca, il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, dichiara: "Rispetto alle indicazioni dell'ultim'ora sull'utilizzo di Astra Zeneca è bene sottolineare che la nostra Azienda ha sempre vaccinato i giovani con Pfizer come scelta prudenziale, al fine di prevenire possibili rischi. Ma è opportuno anche rassicurare le persone che hanno già ricevuto una dose di Astra Zeneca: la seconda non è stata messa in discussione dal Comitato tecnico scientifico, poiché i limitatissimi casi di trombosi che si sono verificati sono riferiti alla prima, e nessuno alla successiva. I richiami, quindi, vanno fatti in serenità, e guai a rinunciare per paure infondate".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi