CHIUDI [X]
 
Chieti   Attualità 21/09

Covid, iniziata la somministrazione della 3ª dose in provincia di Chieti. Virus: dati in lieve calo

Il 75% della popolazione ha ricevuto almeno la prima dose

Sono iniziate in provincia di Chieti le somministrazioni della terza dose del vaccino anti Covid. Questa mattina sono stati vaccinati 12 assistiti, dializzati e trapiantati, seguiti dai sanitari del Presidio territoriale di Casoli, mentre altri 3 si sono presentati al Pala Masciangelo di Lanciano.

La terza dose è raccomandata nei confronti di dializzati, trapiantati, oncologici e immunodepressi. Tali categorie possono essere vaccinate negli ospedali, "ognuno alll’Unità operativa che ne segue il percorso – spiega la Asl Lanciano Vasto Chieti – oppure presentandosi negli hub del territorio muniti della certificazione rilasciata dallo specialista o dal medico di medicina generale. Non è richiesta la prenotazione". 

Prosegue intanto anche la somministrazione delle prime dosi, circa 500 al giorno, molte delle quali effettuate per effetto dell’estensione del Green pass. "Allo stesso modo – dice la Asl – si è rivelata efficace la mattinata dedicata alle donne in gravidanza, per le quali era stato riservato uno spazio dedicato per dialogare con il ginecologo e un’ostetrica esprimendo dubbi e paure sulla vaccinazione. Sono circa 50 le future mamme che si sono presentate negli hub di Lanciano, Chieti e Vasto, e alla fine dei colloqui hanno scelto di vaccinarsi perché rassicurate su un punto fondamentale: il vaccino protegge dal rischio di infezione la donna e non causa danni al bambino".

In provincia di Chieti ha ricevuto la prima il 75% della popolazione e il 68% anche la seconda, "un dato sicuramente incoraggiante, che il direttore generale della Asl Thomas Schael si augura vivamente di poter ancora ritoccare al rialzo".

NUMERI IN CALO - Per quanto riguarda i dati del bollettino giornaliero c'è da registrare il leggero calo del numero delle persone positive al virus e, di conseguenza, di coloro che si trovano in isolamento domiciliare; pressoché invariato il dato delle persone ricoverate.

Il bollettino della Regione
Sono 65 (di età compresa tra 1 e 87 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 80752. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 2537 (si tratta di un 86enne della provincia dell'Aquila). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 76257dimessi/guariti (+152 rispetto a ieri).
Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1958* (-88 rispetto a ieri). Nel totale sono ricompresi anche 413 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche.

82 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 6 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1870 (-89 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.
Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 2547 tamponi molecolari (1384925 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 4618 test antigenici (790609). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 0.90 per cento.

Del totale dei casi positivi, 20477 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+25 rispetto a ieri), 20592 in provincia di Chieti (+10), 19550 in provincia di Pescara (+1), 19347 in provincia di Teramo (+25), 665 fuori regione (+2) e 121 (+2) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi