CHIUDI [X]
 
L'Aquila   Cronaca 19/01

Ladri in fuga feriscono due agenti a L’Aquila

Abbandonano auto rubata alla Regione Abruzzo e fuggono a piedi

L'interno dell'auto abbandonata dai ladriL'AQUILA - Due poliziotti feriti, con una prognosi rispettivamente di 25 e 30 giorni, e due ladri in fuga costretti ad abbandonare la refurtiva grazie all’intervento delle Volanti. E’ accaduto ieri notte a L'Aquila dove un equipaggio della squadra Volante della Questura, in zona Casale Signorini ha notato un’autovettura Fiat Tipo di colore scuro in sosta. L’automobile, poi risultata oggetto di furto e di proprietà della Regione Abruzzo, sembrava senza occupanti ma appena i poliziotti si sono avvicinati sono apparse due persone, che si erano nascoste tra i sedili per non farsi vedere dai poliziotti.

Chi sedeva dal lato del conducente ha acceso repentinamente il motore e ha messo in moto l’auto, investendo uno dei due operatori di polizia, che ha riportato la frattura scomposta della caviglia. Nonostante il dolore e claudicante, il poliziotto ha cercato di aiutare il collega nel tentativo di fermare i due malviventi, sparando dei colpi dalla pistola d’ordinanza e mirando alle gomme della macchina per fermarne la corsa, ma nel frattempo anche il secondo agente è rimasto ferito alla mano.  Entrambi, seppure feriti, non hanno desistito dall’intento di assicurare alla giustizia i due malviventi che, vistisi ormai accerchiati, hanno abbandonato l’auto e si sono dati alla fuga a piedi nei boschi riuscendo a far perdere le loro tracce.

In poco tempo sono giunti sul posto gli investigatori della squadra Mobile e gli specialisti della Scientifica, per i rilievi del caso.  All’interno dell’autovettura è stata ritrovata la refurtiva della serata e con essa sono stati trovati anche numerosi oggetti, come una mazza da baseball, che adesso sono al vaglio della Mobile e dell’autorità giudiziaria.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     

    Chiudi
    Chiudi