Ortona   Cronaca 17/03

Crecchio, maltratta la compagna mentre è in detenzione domiciliare: arrestato

Stava scontando una condanna a 7 anni e 6 mesi per diversi reati

Carabinieri di OrtonaORTONA - I carabinieri della stazione di Ortona hanno arrestato ed associato al carcere T.L., 52enne disoccupato pescarese con numerosi precedenti, che da alcuni mesi vive a Crecchio con la compagna dove stava scontando in detenzione domiciliare il residuo di una condanna cumulativa a sette anni e sei mesi per una serie di reati contro il patrimonio tra cui rapina, furto, ricettazione, possesso di arnesi da scasso ed evasione.

T.L., che già in meno di tre mesi è stato prima arrestato e poi denunciato in stato di libertà proprio per evasione domiciliare dalla radiomobile dei carabinieri di Ortona, dopo un lungo periodo di detenzione in carcere, era stato ammesso dal giudice di sorveglianza a scontare il resto della pena in detenzione domiciliare a Crecchio presso l'abitazione dell'attuale compagna.

Da circa un mese ha iniziato a maltrattarla con minacce ed ingiurie sempre più frequenti fino a quando, un paio di sere fa, l'ha aggredita con calci e schiaffi tanto che la donna è dovuta ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso dell'ospedale di Ortona, che le hanno riscontrato diverse lesioni giudicate guaribili in una decina di giorni.

I carabinieri della stazione di Ortona, oltre ad informare subito la procura della Repubblica di Chieti così come dispone l'attuale normativa sul Codice Rosso che tutela appunto le vittime di questi odiosi reati, hanno informato dell'ennesima violazione alle prescrizioni il giudice di sorveglianza di Pescara, che in tempi rapidissimi ha revocato a T.L. il beneficio di poter scontare il residuo di pena in detenzione domiciliare ed ha ripristinato la detenzione in carcere. Provvedimento, questo, che è stato immediatamente eseguito dai carabinieri per evitare possibili ed ulteriori conseguenze più gravi alla donna che comunque era stata costretta ad allontanarsi dalla sua casa.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     

    Chiudi
    Chiudi