Pescara   Attualità 27/03

Fratelli d’Italia Abruzzo, nel 3° giorno in Polonia l’arrivo di un altro tir di aiuti per i profughi

Il segretario regionale Sigismondi: "Ci siamo recati sulla frontiera di Medyka"

Il dono della bandiera di Fara San MartinoPESCARA - Il terzo giorno di presenza in Polonia della delegazione abruzzese di Fratelli d'Italia è iniziato con l'arrivo del secondo tir di aiuti, raccolti in collaborazione con i volontari della Protezione Civile del Modavi. Poi il momento più toccante del viaggio. "Dopo aver incontrato il sindaco di Jarosław, StanisławKłopot – riferisce il segretario regionale, Etelwardo Sigismondi -  ci siamo recati, accompagnati dal presidente Ortyl, sulla frontiera di Medyka, da dove circa 150mila ucraini, in questo mese, sono arrivati in Europa e continuano ad arrivare.

Ci siamo, poi, trasferiti a Przemysl la cui stazione rappresenta un altro punto di ingresso in Polonia. Abbiamo visto i volti straziati di donne, bambini e anziani strappati alla loro terra da questa folle guerra. È il cuore della solidarietà ad accoglierli in Europa, grazie al grande lavoro dei volontari. Riportiamo con noi In Italia l'invito, delle istituzioni polacche incontrate, a non smettere di alimentare la macchina della solidarietà, ed è esattamente quello che faremo".

"Un’esperienza profonda – commenta il coordinatore provinciale di Chieti, Antonio Tavani - per due ‘immagini’ che restano impresse : la grande capacità di organizzazione e di accoglienza fornita dalla Polonia, e la straordinaria forza di un'anziana donna che attraversava la frontiera a piedi, verso l'Ucraina, per portare buste di aiuti agli uomini rimasti a combattere. Ho lasciato in dono, al sindaco di Jarosław, la bandiera del mio comune, Fara San Martino, in segno di amicizia e di collaborazione che continueremo a coltivare e incentivare nei prossimi mesi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi