Pescara   Attualità 06/04

Covid-19: in Abruzzo 1982 nuovi casi e 1 decesso, tasso di positività al 13,13 per cento

Due i pazienti in più ricoverati in terapia intensiva

PESCARA - Sono 1982 (di età compresa tra 3 mesi e 100 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza – al netto dei riallineamenti – a 326601. Dei positivi odierni, 1281 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso (si tratta di una 90enne della provincia di Teramo) e sale a 3116.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 280805 dimessi/guariti (+1926 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 42680* (+55 rispetto a ieri).

*(nel totale sono ricompresi anche 4703 casi riguardanti pazienti di cui non si hanno notizie e sui quali sono in corso verifiche)

309 pazienti (-14 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 17 (+2 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 42354 (+67 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 4282 tamponi molecolari (2196355 in totale dall'inizio dell'emergenza) e 10812 test antigenici (3320462).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 13.13 per cento.

Del totale dei casi positivi, 70452 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+442 rispetto a ieri), 90434 in provincia di Chieti (+531), 75015 in provincia di Pescara (+432), 81902 in provincia di Teramo (+511), 6858 fuori regione (+27) e 1940 (+39) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi