Ortona   Attualità 27/04

E’ nato ad Ortona il primo pulcino di Fratino della stagione

Purtroppo le altre due uova deposte nel nido non si sono schiuse

ORTONA - Lo scorso 25 aprile è nato il primo pulcino di Fratino della stagione a Ortona in un nido con tre uova trovato ai primi di aprile dagli attivisti della Stazione Ornitologica Abruzzese e del comitato Dune Bene Comune.

Purtroppo le altre due uova deposte non si sono schiuse.

Attualmente il pulcino è seguito dal maschio adulto in quanto le femmine di questa specie, soprattutto nei nidi precoci, tendono a lasciare le cure parentali ai maschi per provare a riprodursi di nuovo.

I pulcini di fratino volano dopo un mese dalla schiusa. In questo periodo sono estremamente vulnerabili alla predazione/uccisione da parte di cani. Hanno bisogno di aree di alimentazione tranquille - cercano il cibo da soli al seguito dell'adulto - e possono spostarsi anche di diversi chilometri dal punto del nido.

"Invitiamo tutti a rispettare il divieto di accesso con cani specifico per l'area delle dune a Ortona - scrive in un comunicato la Stazione ornitologica abruzzese - come da cartellonistica apposta dal Comune, e di altre aree protette e l'obbligo generale di portare il cane al guinzaglio nelle altre spiagge dove non ci sono limiti locali. Inoltre se si osservano fratini è bene lasciarli in pace senza inseguirli o disturbarli. I pulcini di fratini all'approssimarsi di un pericolo si acquattano e, data la colorazione mimetica, sono molto difficili da vedere. Per questo possono essere anche schiacciati inavvertitamente".

Altri nidi sono attivi nell'area con gli adulti in cova ed è quindi necessario prestare la massima attenzione e non avvicinarsi ai nidi segnalati per rispettare questa specie ormai molto rara.

 

di Miriam Giangiacomo (miriam.giangiacomo@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi