L'Aquila   Attualità 03/05

Chiusura tribunali minori, Marsilio sollecita Cartabia: «Necessaria soluzione definitiva»

«Non si può continuare all’infinito con proroghe che lasciano incertezza»

L'AQUILA - Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, torna a sollecitare il ministro della Giustizia, Marta Cartabia, per individuare una soluzione definitiva tesa ad evitare la chiusura dei tribunali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto al termine dell’attuale periodo di proroga. Proroga approvata all’unanimità dal Parlamento dopo l’incontro dello scorso 2 febbraio con il Ministro, fortemente voluto dal presidente Marsilio.


“Anche al fine di non vanificare il tempo concesso con la proroga attuale – ha scritto Marsilio al ministro Cartabia – credo sia opportuno compiere ogni sforzo per giungere ad una soluzione definitiva, nella consapevolezza che non si può continuare all’infinito con proroghe che lasciano nell’incertezza, e che, alla lunga, depauperano e logorano l’attività dei tribunali e di chi vi opera”.
Il presidente Marsilio torna a scrivere al Ministro al termine del varo della riforma dell’ordinamento giudiziario, di recente approvata dalla Camera dei Deputati.

"Credo che questo sia il momento giusto per tornare ad affrontare la questione della revisione delle circoscrizioni giudiziarie di L’Aquila e di Chieti. A tal fine, nell’eventualità in cui Lei intenda costituire un apposito tavolo di confronto sul tema, proseguendo nel percorso costruttivo avviato il 2 febbraio scorso presso il Ministero, Le assicuro sin d’ora la mia disponibilità a partecipare ai lavori, nell’ottica di predisporre una proposta condivisa con i territori”, ha ribadito Marsilio nella lettera a Cartabia.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi