Ortona   Cronaca 07/05

Motonave prende fuoco nel porto di Ortona, partiti gli accertamenti

Potrebbe aver trasportato materiali utilizzati nella raffinazione del petrolio

Porto di OrtonaORTONA - A seguito del principio d'incendio sviluppatosi a bordo della Motonave NS SABINA nel porto di Ortona nel corso della giomata di ieri (venerdì 6 maggio), l'unità è stata sottoposta oggi ad un ispezione di sicurezza della navigazione, verifica necessaria per consentire le successive valutazioni da parte della Capitaneria di porto di Ortona ai fini dell'autorizzazione alla partenza.
L'incendio sviluppatosi nella giornata di ieri è stato prontamente segnalato da parte dell'equipaggio nave, è ciò ha consentito ai Vigili del Fuoco ed al personale della Capitaneria di porto di Ortona di intervenire tempestivamente; la rapida attivazione del piano antincendio portuale, poi, con la risposta immediata dei servizi tecnico-nautici operanti presso lo scalo ortonese, ha permesso di mettere in sicurezza
l'intero bacino portuale e le unità navali che in quel momento erano ormeggiate presso la banchina Commerciale. 

Da un ulteriore accertamento prettamente amministrativo, la Capitaneria di porto di Ortona ha provveduto ad acquisire ogni utile informazione relativa alla merce presente a bordo della stessa, rilevando che la nave, il cui prossimo porto di destinazione Temryuk (Russia), stava trasportando materiali, presumibilmente utilizzati nella raffinazione del petrolio e nella liquefazione del gas naturale, per i quali è vietata l'esportazione in Russia.

Al riguardo è stato richiesto all'unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed alla competente Agenzia delle Dogane, un chiarimento circa la possibilità o meno di esportare i materiali interessati, il tutto ai fini del successivo rilascio delle spedizioni alla nave, come previsto dal Codice della Navigazione.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     

    Chiudi
    Chiudi