Giunta regionale: D’Amario al posto di Febbo. Rimosso anche Fioretti, nominato Quaresimale - Si completa il mini rimpasto
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Politica 27/10

Giunta regionale: D’Amario al posto di Febbo. Rimosso anche Fioretti, nominato Quaresimale

Si completa il mini rimpasto

Daniele D'AmarioSi è risolto ieri sera il rebus nella giunta regionale seguito alla cacciata di Mauro Febbo. Il presidente Marco Marsilio ha nominato Daniele D'Amario (Forza Italia) al suo posto conferendogli la delega alle Attività produttive. 

Essendo quest'ultimo un esterno, il presidente abruzzese ha dovuto procedere anche a un'altra sostituzione. È toccato a Piero Fioretti, assessore al Lavoro della Lega. Al suo posto, sempre in quota dello stesso partito, è stato nominato il consigliere Pietro Quaresimale.

Si completa così la rimozione dei due assessori che, per competenza delle proprie deleghe, avevano seguito le numerose vertenze lavorative nel territorio. Proprio qualche giorno fa, i sindacati hanno accusato la Regione di immobilismo nei confronti della ex Honeywell. L'ormai ex Fioretti era assente a un incontro tra le parti convocato da lui stesso, probabilmente il sentore della rimozione lo aveva indotto a disertare [LEGGI].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi